Alpinismo


La gioia di arrivare sulla cima.
Ore di salita con movimenti lenti e concentrati nell’attimo della presa in cui le mani “sentono” il contatto con la roccia, e pian piano salire fino ad arrivare alla vetta ed immergersi nell’azzurro del cielo sopra di te. Poi il tempo che si ferma, la tensione scomparve , un’immensa gioia appaga pienamente ore di fatica e di sudore. Emozioni e sensazioni indescrivibili che si provano a salire sulle vette delle splendide montagne di granito che costituiscono il circolo alpino della Val Masino e della Val Bregaglia.

La Valtellina presenta ampie possibilità per praticare l’alpinismo, gli amanti di questo sport conoscono bene una delle aree più importanti a livello internazionale, la Valmasino palestra naturale di roccia. Le nostre proposte si rivolgono a coloro i quali intendono avvicinarsi alla montagna in termini impegnativi, ed apprendere le tecniche di scalata. I programmi prevedono lezioni in palestra e direttamente sulle vie di salita più comuni. Per praticare escursionismo-alpinistico in sicurezza lungo le vie attrezzate di alta quota sono previste visite guidate con guide abilitate, ed accompagnatori di grande esperienza.

Le grandi cime della Val Masino, come tante altre montagne forse furono scalate dalla gente del luogo; cacciatori alla ricerca della selvaggina che popolava la valle , e contadini che salivano per recuperare foraggio per il bestiame. Ma poi nel tempo alcuni forti giovani della Val Masino iniziarono ad accompagnare i primi esploratori delle vette che spesso venivano da “fuori,” trasformando questa moda in una vera e propria attività economica. Profondi conoscitori delle montagne abituati a salire anche a piedi nudi su vette e cenge di alta quota, furono riconosciuti ufficialmente dal CAI come guide alpine.


La Val Masino cominciò ad entrare nella leggenda dell’alpinismo con importanti ascensioni diventate “le vie classiche” dell’alpinismo moderno. Itinerari alpinistici che oggi proponiamo a tutti coloro i quali intendono provare l’emozione di un’ascensione raggiungere le cime di queste maestose montagne e godere di ampi panorami e di paesaggi di straordinaria bellezza rimasti intatti nella loro naturale integrità.

Perché non provare a salire con una guida alpina pizzo Cengalo, sul Pizzo Badile in Vall Parcellizzo, sulla cima di Castello in Valle di Zocca , o lungo la intrigante parete della Sfinge, o magari salire sulla cima del Monte Disgrazia? Splendide ascensioni con dislivelli di 400 metri con alla base moderni e ospitali rifugi alpini dai quali partire per un’esperienza indimenticabile.
Oppure dopo un indispensabile allenamento, è posibile affrontare il versante della Val Bregaglia, dalla stupenda parete Nord-est del Badile, 800 metri di parete rimasta inviolata fino al 1937, quando fu conquistata dal lecchese Riccardo Cassina

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere informato e aggiornato

Contatti

Associazione Operatori Val Masino
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.